Preparare la pelle al sole – routine prima dell’esposizione

Blog

Preparare la pelle al sole – routine prima dell’esposizione

Inserito il: 10/05/2018 0 Commenti

Finalmente l’estate sta arrivando, è il momento di passare più tempo fuori casa, per fare sport, attività all’aria aperta o semplicemente rilassarsi al sole, godendo dei suoi innumerevoli benefici.

Il sole, si sa, è fondamentale per la salute delle ossa grazie alla capacità di attivare la vitamina D, migliora alcune malattie della pelle come acne e psoriasi, incide positivamente sull’umore e ci rende più belli.

L’abbronzatura, infatti, dona un colorito sano e un aspetto visivamente più tonico e snello, poiché è in grado di camuffare, seppur temporaneamente, molti inestetismi di viso e corpo.

Tuttavia, dobbiamo prestare particolarmente attenzione ad evitare i possibili danni dei raggi ultravioletti, causati da un’esposizione scorretta e continuativa al sole.

Questi effetti negativi possono essere sia immediati, sia tardivi. Ecco i principali:

Scottature

Eritemi

Eczemi

Invecchiamento precoce, con comparsa di rughe e macchie solari

Cheratosi attiniche

Tumori della pelle


Per un’abbronzatura sana, duratura e responsabile, è importante preparare la pelle al sole attraverso alcune semplici accortezze:

1. Esfoliazione:

Prima di esporci, dovremmo innanzitutto eliminare le cellule morte dalla nostra cute, per migliorarne l’aspetto, rendendola luminosa e levigata, favorendo in questo modo una tintarella uniforme.

Usare 1 o 2 volte la settimana, uno scrub da strofinare sulla pelle bagnata prima della doccia.

2. Gradualità:

Meglio consentire al nostro corpo di adattarsi lentamente all’esposizione diretta, al fine di permettere un rilascio controllato di melanina, la naturale barriera di difesa dell’organismo ai raggi solari.

Per evitare scottature, iniziare con esposizioni di circa 30 minuti, aumentando man mano nei giorni seguenti.

Non prendere il sole durante le ore centrali della giornata, dalle 11 alle 16.

3. Protezione solare:

Va applicata circa una mezz’ora prima di esporsi, e rimessa di nuovo ogni ora.

Maggiore è il fattore protettivo, migliore è lo schermo dai raggi UV.  

Anche le persone appartenenti a fototipi più scuri dovrebbero, contrariamente a quanto si crede, utilizzare filtri alti, almeno all’inizio della stagione estiva.

4. Alimentazione:

Le creme solari non bastano, occorre scegliere i giusti cibi e idratarsi correttamente per stimolare la melanina e scongiurare i possibili effetti negativi del sole, tra cui spossatezza e disidratazione dovute alle alte temperature.

Consigliato un regime dietetico composto da alimenti antiossidanti ricchi di vitamina C (arance, spinaci, pomodori, fragole, peperoni), vitamina A (carote, frutta arancione, lattuga rucola, sedano) e un consumo d’acqua non inferiore a 2 litri al giorno.

5. Integrazione:

Qualora non riuscissimo ad essere regolari con l’alimentazione, o avessimo necessità di potenziarne i nutrienti, potremmo utilizzare supplementi o integratori specifici a base di betacarotene, per stimolare la produzione di melanina e prolungare la durata dell’abbronzatura.

E tu? Come stai preparando la tua pelle per l’esposizione al sole?

Raccontaci la tua esperienza o se hai bisogno di ulteriori informazioni, contattaci… lo staff ShoppyFarma sarà lieto di rispondere ad ogni tua domanda!


Commenti

Lascia un commento